SPECIALE EMPATIA: IL SECONDO OSPITE SUL BLOG ( 19 DICEMBRE 2019)




Buonasera Lettori! Oggi ancora una volta il mio ruolo è gregario, perchè protagonista sarà una poesia, gentilmente offerta da una cara collega e amica, Lucia Bonanni, una persona splendida con cui ho avuto modo di collaborare ad un progetto. Ovviamente a gennaio ve ne parlerò, appena tutto sarà maggiormente definito. Vi lascio dunque alla lettura e vi auguro buona serata.



    SOLE CHE NASCE


Viandante
che indossi calzari di stelle
e sul petto porti la conchiglia,
osserva la forma
del sasso e la stilla d’ambrosia
che sulla foglia brilla
come perla,
respira il profumo della terra
e quello del tempo
che stempera nel vento
solitudini e silenzio.
Anche le pietre
hanno vita
e il fondo pietroso del fiume
nasconde tesori,
la sua acqua scroscia
limpida e gaia
e lí al mulino
hanno preparato farina nuova
e sfornato pane fragrante.
Rametti di ginepro e agrifoglio
sono già sulla porta
e noi porteremo canestri
di miele, frutta e panni di lana
senza dimenticare
i semi di sesamo e i colori del fuoco
per omaggiare
nella notte silente
la bellezza perenne
del Sole che nasce.





Sempre Vostra, Storyteller.

Commenti