giovedì 6 giugno 2019

I FATTI DI CRONACA: EMERGENCY, LA STORIA DI CHI HA LOTTATO PER I DIRITTI UMANI ( 6 giugno 2019)


Buonasera Lettori,
vi do il benvenuto al nostro appuntamento dedicato ai FATTI DI CRONACA. L'argomento che oggi andremo a trattare è molto delicato e investe ripetutamente il nostro vivere quotidiano, il problema della tutela dei diritti umani.
Prima di affrontare la questione nel merito è bene interrogarsi su cosa essenzialmente si intende con l’espressione diritti umani o diritti dell’uomo. Senza soffermarci troppo su definizioni di carattere giuridico, a titolo esemplificativo, possiamo dire che vi sono alcune situazioni, alcuni diritti che spettano ad ogni uomo in quanto tale e che non possono venir meno per nessuna ragione di carattere politico, religioso o culturale. Sotto questo punto di vista il tema dei diritti umani si interseca necessariamente con quello delle libertà, che devono essere riconosciute a tutti gli individui: libertà di stampa; libertà di professare la propria fede religiosa; libertà di pensiero; libertà di parola. La lista potrebbe continuare ancora, tuttavia, ai fini della nostra indagine, ci è utile avere un quadro generale sui concetti che sono intimamente legati all'argomento in esame.

Si inizia a parlare di diritti umani già nella seconda metà del Settecento con la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino, redatta nel 1794 come riflesso agli ideali diffusi dalla Rivoluzione francese. Quella per i diritti umani è stata una lotta, una lotta per sancire un principio fondamentale: indipendentemente dal suo credo, dalla sua posizione politica, dalle sue idee, nessuno può essere privato delle libertà e dei diritti che gli spettano e che per questo sono definiti inviolabili. Nel corso della storia molti sono stati gli uomini che hanno lottato in virtù di questo principio, tra i più noti possiamo citare Nelson Mandela, Martin Luther King, Mahatma Gandhi. Numerose associazioni, poi, si sono fatte promotrici di questa lotta che ancora oggi prosegue. Possiamo citare l’Emergency, un'associazione umanitaria italiana, fondata il 15 maggio 1994 a Milano da Gino Strada e dalla moglie Teresa Sarti, insieme a Carlo Garbagnati e Giulio Cristoffanini; si occupa di prestare cure mediche gratuite a coloro che sono vittime delle guerra e della povertà. Non possiamo poi dimenticare l’UNICEF e il costante impegno dell’ONU ad assicurare la tutela dei diritti inviolabili dell’uomo grazie al coordinamento con la Corte Europea dei diritti dell’uomo con sede a Strasburgo, che fa capo al testo della Convenzione Europea dei diritti dell’uomo ( CEDU ).

Spero che l’articolo vi lasci soddisfatti, vi invito a commentare e a contattarmi al mio indirizzo e-mail qualora voleste un ulteriore approfondimento sull'argomento. Vi auguro una buona serata!

Sempre Vostra, Storyteller.

Nessun commento:

Posta un commento

EMPATIA: STORIA DI ITALO SVEVO (21 settembre 2019)

Buonasera Lettori! Anche con questo nuovo articolo decido di creare un appuntamento serale, perchè credo che più di altre, la rubrica EMPA...